giovedì, dicembre 11, 2003

Follow-up



Vale la pena di ricordare che la centrale elettronucleare italiana più produttiva è stata quella di Caorso che in dodici anni di funzionamento ha prodotto l'equivalente della energia elettrica che il nostro Paese consuma in un mese ! La centrale nucleare del Garigliano invece, in ben diciotto anni, ha prodotto complessivamente meno della quantità di energia elettrica che l'Italia consuma in sole due settimane.

fonte: bellaciao.org

martedì, novembre 18, 2003

Sulla pelle della gente





Scanzano Jonico (Matera) è un paese di 6.711 abitanti sulla costa jonica. Il comune è al centro di un' area di agricoltura intensiva e, da alcuni anni, di importanti investimenti turistici ...

In questo posto il governo vuole costruire un deposito di scorie radioattive. Con un decreto-legge.

Per il governo il deposito sarà un'"opera di difesa militare, di proprietà dello Stato" e dovrà ospitare circa 80 mila metri cubi di scorie di II e III categoria, cioè con un tempo di vita di migliaia di anni ...

Adesso mi chiedo: ma a chi porterà giovamento tutto questo ?


L'operazione verrà gestita dal Commissario del governo generale Carlo Jean e realizzata dalla Sogin, società guidata dallo stesso generale Jean, con uno stanziamento previsto di 500.000 euro nel 2003 e poi 4,5 milioni l'anno per il 2004 e 2005.

Ho sentito in televisione il ministro che assicurava che il sito sarà "assolutamente sicuro": a parte il fatto che dopo gli incidenti di Chernobyl e Three Miles Island la parola "sicuro" affiancata a "nucleare" mi dà i brividi, ma che cosa renderà "sicuro" il trasporto del materiale nucleare da dove si trova ora fino alla sua destinazione, e inoltre che cosa renderà "sicuro" questo sito da eventuali attacchi terroristici, terremoti e chi sa che altra calamità che potrebbe avvenire e rendere luttuoso questo scenario idilliaco che oggi ci viene proposto con tanta facilità.

Spero che questa follia venga smontata al più presto, grazie alla coscienza di tanti e all'impegno in prima persona della cittadinanza locale.

mercoledì, novembre 12, 2003

Guerra, violenza, & Co.


Torno a scrivere, dopo molto tempo, su questo Blog "delle idee". Motivo ? I motivi sono due.

Uno è sotto gli occhi di tutti, purtroppo: quei poveri ragazzi italiani rimasti uccisi in Iraq a causa della guerra niente affatto terminata che si sta combattendo da quelle parti. E secondo me, quei Carabinieri sono rimasti vittima oltre che della guerra in sé, dell'avidità e dell'ipocrisia del Governo Italiano e di molte forze politiche (non tutte), che hanno voluto a tutti i costi partecipare a quel "banchetto" che dalla fine della guerra sarebbe dovuto scaturire: petrolio, ricostruzione e via farneticando.

Il secondo motivo è un po' più "privato" e riguarda una discussione con un amico blogger circa un suo post sulla guerra, che prendeva lo spunto dalle (presunte o reali) violenze sessuali subite dal soldato Jessica, quella ragazza che è stata "recuperata" dai commilitoni in condizioni gravissime un po' di tempo fà.

Oggettivamente, mi sembra che le due situazioni non siano esattamente simmetriche: Jessica (sempre secondo me, ovvio) un po' se l'è andata a cercare, la sua "disavventura" (con o senza violenza sessuale), diciamo che poteva fare un'altra scelta, magari restare a morire di fame a casa sua, come molti suoi connazionali di colore fanno da anni. I nostri Carabinieri, forse, molto meno. Certo, direte voi, sono volontari, chi glie l'ha fatto fare di andarsi a cacciare nei guai in zona bellica. I soldi ? La gloria di partecipare ad un'operazione di per sé immonda ? Insomma, dove sta la violenza, nell'essere triturati mentre si imbracciano le armi, oppure nell'essere umanamente annientati in seno ad una società pacifica e "civile", come quella che crediamo di avere a casa nostra ? A che cosa mi riferisco ? Alla violenza quotidiana che alcuni (molti ? pochi ? chi può dirlo ...) subiscono in mezzo all'indifferenza generale, al disprezzo a volte, sicuramente in mezzo a persone che non vogliono vedere e sentire, se non quando si tratta di scandalizzarsi perché il TG parla dell'ennesimo stupro, o dell'ennesimo episodio di pedofilia, o anche più semplicemente degli incidenti d'auto del sabato sera. Com'è rassicurante e poetico sapere che la figlia quindicenne di una mia amica ha perso un anno di scuola, forse la capacità di usare pienamente il suo cervello, oltre all'immane trauma che non potrà più essere cancellato dalla sua mente, tutto a causa di un criminale probabilmente ubriaco o impasticcato che è piombato sulla loro auto mentre tornavano da una vacanza ...

venerdì, ottobre 24, 2003

C'ero anch'io


Messaggio a Blog unificati


Oggi ci sono andato. Dove ? Alla manifestazione dei sindacati in difesa delle pensioni.
C'era un sacco di gente. Io ero da solo in mezzo a tanta gente: cane sciolto, si diceva una volta. Mi è sembrato di tornare a 30-35 anni fà, quando i cortei li organizzavo, con tanto di servizio d'ordine, cordoni, megafono, striscioni, cartelli e tanti tanti ragazzi/e come me che credevano in qualcosa di grande. Oggi era per qualcosa di abbastanza concreto, una manifestazione "difensiva" dei nostri diritti, per non essere rapinati legalmente ancora una volta. Ma anche questo serve. All'inizio ho cercato di orizzontarmi un po', poi mi sono infilato sotto uno striscione della CGIL, saltando a piè pari il gruppone della CISL (per favore !); poco davanti c'era una decina di studenti, con una bandiera rossa col solito faccione del Che, su cui era scritto "Hasta la victoria, siempre !". Come allora, anche oggi uno dei miei motti preferiti. Partiti. Due orette di passeggiata per Roma, con annessi fischietti e slogan: "Tremonti, Moratti, Berlusconi: giù le mani da scuola e pensioni" l'ho suggerito io, a quei ragazzi ... Solo un episodio, un po' particolare: appena arrivato in piazza Navona, sono stato avvicinato da un ragazzo che distribuiva volantini. Alle manifestazioni prendo sempre i volantini di tutti, e li leggo, salvo poi buttare subito quelli che non mi piacciono ... ma questo ! Appena comincio a leggere "Raeliani", "www.rael.org" ! A momenti glie lo faccio mangiare crudo, quel volantino. Il poveretto è fuggito a gambe levate ...

Finita la manifestazione sono tornato a casa (altra lunga passeggiata per recuperare la macchina, che avevo lasciato prudentemente lontano ...). Aspettando e lavorando. Domenica sono "reperibile" ... ma questo non incide sulla mia pensione.

martedì, ottobre 14, 2003

Una vittoria tutta italiana


Mi riferisco a quella (anzi a quelle) nei Mondiali di Scherma.

Perché in Formula Uno ha vinto un tedesco.

E nel motociclismo ha vinto una moto giapponese.

Povera Italia !!!

lunedì, ottobre 06, 2003

Un' Italiana da ricordare


fonte: La Repubblica

È stata assassinata ieri sera in Somalia Annalena Tonelli, una volontaria italiana che operava nel Paese da oltre vent'anni. La donna, sessant'anni, è stata uccisa a colpi di fucile. L'omicidio, confermato dall'ambasciata italiana a Nairobi, in Kenya, è avvenuto nel Somaliland (una provincia che nel 1991 si è autodichiarata indipendente dalla Somalia), dove la volontaria aveva fondato e dirigeva, a Borama, un ospedale con duecento posti letto, specializzato soprattutto alla cura della tubercolosi. Secondo alcuni collaboraori, la donna sarebbe stata vittima di continue minacce. Il corpo di Annalena Tonelli giungerà a Nairobi nel pomeriggio, e da lì partirà per l'Italia. Nata a Forlì nel 1943, Annalena Tonelli da quasi trent'anni lavorava in Africa, a favore dei profughi, prima in Kenya, impegnata soprattutto con le popolazioni somale, poi direttamente in Somalia, infine nel Somaliland, nel nordovest del Paese. Esperta soprattutto di problemi legati alla tubercolosi, la volontaria era impegnata, oltre che sul fronte sanitario in generale, anche nella lotta all'Aids ed alle mutilazioni genitali femminili diffuse in buona parte dell'Africa. Per la sua opera aveva ricevuto lo scorso aprile il "Nansen Refugee Award" il prestigioso riconoscmento assegnato a coloro che si occupano di profughi e rifugiati.
[fin qui la cronaca]

È stata uccisa soprattutto dalla cieca brutalità che troppo spesso affligge la razza umana; siamo capaci di costruire opere grandiose e utili, di tramandare pensieri profondi e realmente innovativi, di curare e confortare con la nostra quotidianità a volte piccola e silenziosa, a volte eroica come nel caso di questa donna. E purtroppo siamo anche capaci di pensare e mettere in atto comportamenti infami, che niente hanno a che vedere con la condizione di esseri umani, e che non si addicono neanche al più feroce e ottuso degli animali.

Non so dire se fra qualche millennio ci saranno ancora esseri umani, né se avranno modo di ricordare che cosa facevano i loro antenati; ma se ciò sarà mai possibile, mi piacerebbe sapere se verranno ricordate le persone come Annalena o piuttosto quegli esseri che oggi sono i suoi bruti aguzzini.

martedì, settembre 30, 2003

Grazie !


Vorrei qui pubblicamente ringraziare il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per avermi detto esplicitamente ieri sera, davanti a milioni di italiani, che la mia pensione è svanita nel nulla.

Già avevo avuto questo sospetto quando col governo Craxi le pensioni erano state trasformate da "contributive" a "retributive" (avete presente che cash flow!), ma ancora speravo di poter recuparare qualcosa, ancora credevo in quel minimo di "stato sociale" ... Ora ne ho la certezza: se arriverò vivo all'età pensionabile (ora 65 anni, domani chissà ...), prenderò forse il minimo della pensione: avete presente che cosa vuol dire per un vecchio di 65 anni vivere con 1 milione di lire al mese ? Vuol dire neanche sopravvivere, vuol dire essere a carico dei figli, mendicare.

Uccidetemi subito !

mercoledì, settembre 03, 2003

Nibor Dooh




ovvero: è più facile rubare 1 euro a 1 milione di poveri, che rubare 10.000 euro a 100 ricchi.

Il Ministro dell' Istruzione, dell' Università e della Ricerca (ehi, ma avete notato non che si chiama più Pubblica Istruzione ???) ha deciso con urgenza (altrimenti sarebbe bastata una proposta di Legge ordinaria) che le Famiglie Italiane dovevano essere incentivate ad iscrivere i figli alle scuole private.

Certo, non poteva dare i soldi direttamente alle scuole private, perché l'Articolo 33 della Costituzione lo vieta esplicitamente.

Spero che vergognarsi di vivere in questo paese non sia un reato, altrimenti portatemi le arance in galera ...

martedì, agosto 19, 2003

Un'azione infame


L'attentato terroristico di oggi alla sede Onu di Baghdad è secondo me un gravissimo attacco alla logica di pace in tutto il mondo. Forze oscure che probabilmente vanno al di là di quello che si vede in superficie possono facilmente approfittare della situazione per far saltare tutti i tentativi di avviare processi di pacificazione, e poi di pace vera e propria nei diversi conflitti armati a livello mondiale. Quale fase della storia si stia avviando, lo diranno forse i libri fra qualche centinaio di anni ... ammesso che resti qualcuno sulla faccia della Terra a scriverli, quei libri di storia ...

Per un'informazione precisa e professionale su quanto sta accadendo in Iraq, rimando al bellissimo blog di Pino Scaccia, inviato RAI a Baghdad.

Buona notte a tutti, se riuscite a dormire ...

giovedì, agosto 14, 2003

Uomini e topi


La notizia:


Staminali: in Cina creano ibrido uomo-coniglio


(ANSA) - NEW YORK, 14 AGO - Nuovo balzo in avanti sulle frontiere della genetica: ricercatori in Cina hanno creato un ibrido uomo-coniglio per ricavarne cellule staminali. I ricercatori hanno sviluppato oltre 100 embrioni che contengono un misto di Dna dell'uomo e del coniglio fondendo cellule epiteliali umane con ovuli di coniglio. Gli embrioni sono stati lasciati crescere in provetta - fino al cosiddetto stadio di blastocisti (embrione precoce) - prima che i ricercatori li distruggessero per ricavarne cellule staminali.



Il commento: credo che Adolf Hitler ne sarebbe stato entusiasta ...






 

mercoledì, agosto 13, 2003

Estate


estate: si abbandonano i cani in autostrada, i vecchi da soli nelle citta', si uccide a coltellate uno psichiatra solo perche' ti ha mandato in manicomio un paio di volte ... non esiste piu' la mezza stagione ! e non parliamo poi del fatto che non c'e' piu' religione: infatti le immissioni in ruolo dei docenti di IRC vengono fatte senza concorso, e si esce un'ora prima !!!

venerdì, agosto 08, 2003

La pubblicità è l'anima ...


de li mortacci vostra !





BASTA CO 'STO CAVALLO GOLOSO

basta con la pornografia & pedofilia pubblicitaria !

Vogliamo Susanna Tuttapanna!



martedì, agosto 05, 2003

Estate: fermi


Sembra che in estate tutto si fermi, anche l'intelligenza delle persone. Arriva agosto e bam! non esistono più i problemi che fino al giorno prima ci angustiavano. Qualche esempio ?

  • la verifica politica
  • la carenza d'acqua
  • l'energia elettrica

Perfino gli immancabili roghi estivi passano quasi inosservati: tanto c'è la patente-a-punti che ci protegge ...

venerdì, luglio 25, 2003

Musica


Stasera sono solo e sto ascoltando la mia musica preferita (a basso volume):

  • Jethro Tull
  • The Corrs
  • Oasis
  • Eurythmmics

grazie ad un amico che ha trovato un sacco di "mp3" ...

[se non mi vedete + scrivere, vuol dire che mi hanno messo dentro, ma giuro i files li ho trovati per caso...]

giovedì, luglio 24, 2003

Odio


Odio le pagine web complicate, odio i blog con tanto codice che mandano in crash il mio povero browser !
Fateli più semplici, e più standard !

giovedì, luglio 03, 2003

Politici per caso


È il titolo del nuovo programma di RAI3 che ci condurrà in giro per il mondo (politico), magari su una barca a vela ... prima tappa: Strasburgo.

"Alle falde di Montecitorio" è invece il titolo del nuovo programma condotto da Licia Colò, che ci mostrerà quanto possiamo andare lontano con i politici che attualmente ci governano.

Non è stato invece approvato il palinsesto che avrebbe dovuto contenere il nuovo programma "Fatti processare, furbacchione", perchè considerato poco adatto ad un pubblico (elettorale) non maturo.


martedì, giugno 17, 2003

Vaffanquorum !


Se invece di un Referendum Abrogativo si fosse trattato di Elezioni Politiche o Amministrative, qualcuno avrebbe potuto dire che la stragrande maggioranza degli elettori è contraria ai licenziamenti senza giusta causa (per tutti) e non vuole che una conduttura elettrica passi dalle sue parti senza il suo consenso.

Invece, no. In Italia riusciamo ad essere maggioritari quando bisognerebbe essere proporzionali (cioè democratici) e viceversa.

Voglio cambiare pianeta !

giovedì, giugno 12, 2003

Acqua alla gola


Ogni  italiano consuma 980 metri cubi d'acqua l'anno,
la  quota piu' alta dei paesi del l'Unione Europea  e
seconda, nel mondo, solo a Stati Uniti e Canada.
In  teoria,  l'Italia avrebbe una disponibilita'  pro
capite  ben  piu' alta rispetto di questa  (230  corsi
d'acqua,   56   laghi  naturali),   ma   una   scarsa
pianificazione  e  una  gestione  non  oculata  delle
risorse  fanno si che, nel Mezzogiorno, sette persone
su dieci non ricevano acqua con continuita'.


Il  dato  piu' significativo, fornito da  Legambiente
nel  suo  dossier H2-zero, e' che il  27%  dell'acqua
immessa nella rete va persa nei 200mila chilometri di
condutture, definite dall'associazione, "colabrodo".
Ad aggravare questa situazione c'e' poi l'agricoltura
intensiva,  che utilizza la fetta piu'  grande  delle
risorse,  disperdendone  pero'  una  gran  parte  con
sistemi di irrigazione a forte spreco.


Dal  dossier  emerge una situazione di grave  incuria
del patrimonio idrico e della rete distributiva, alla
quale   il   Governo,  secondo  i  dati   resi   noti
dall'associazione, non e' ancora riuscito a dare  una
risposta stanziando solo il 3% dei fondi promessi  la
scorsa estate per affrontare l'emergenza: ovvero  147
mila contro 4.641 milioni.


Se vuoi approfondire questo argomento,
clicca qui

martedì, maggio 13, 2003

Canzonacce



Berlusconi: Bandiera rossa
è una canzone cattiva


Bandiera rossa la trionferà
Il frutto del lavoro a chi lavora andrà.


Vorrei che si avverasse ...

L'importanza di chiamarsi Ernesto



Notizia


Andrea Bellani, 32 anni, ex guardia giurata, aveva trafugato i soldi
dal caveau della sua ditta. Arrestato in Spagna, era ai domiciliari.

Patteggia 20 mesi di carcere

Rubò 1 milione e mezzo di euro

Del bottino nessuna traccia: "Mi hanno rapinato dopo il furto"

Commento


Vorrei essere messo agli arresti domiciliari ... ;-)

lunedì, maggio 12, 2003

Ora ho capito !


Finalmente ho capito perché non andrò mai al potere: ho dei precedenti che lo impediscono.


Nonostante tutto, continuo a sognare di poter condurre una vita onesta e di poter vivere in una società abbastanza giusta.


A domani.

mercoledì, maggio 07, 2003

Non lodo Maccanico


Provate ad immaginare la seguente situazione:

L'Amministratore del Condominio si presente in Assemblea. È stato eletto democraticamente (anche se parecchi condomini avrebbero qualcosa da dire su certe "coalizioni" che si sono create all'atto della sua elezione ...). È sempre bene educato e, a parole, molto ragionevole: tende a non scontentare nessuno, ma ... improvvisamente si viene a sapere che è stato incriminato di gravi reati in campo economico / finanziario (falso in bilancio, corruzione, ecc.), e per tali accuse è indagato dalla Magistratura.

Pensate che, con tutto il beneficio del dubbio circa la sua reale colpevolezza per quanto indagato, nonostante la sua elezione, come detto sopra, sia avvenuta in maniera formalmente regolare, nonostante tutto, dicevo,

pensate davvero

che verrebbe riconfermato nella sua carica, o che non verrebbe invece indetta immediatamente un'assembela straordinaria per rimuoverlo (in via cautelativa, s'intende, almeno finché non fossero accertati i fatti di cui è indagato) ?

Altro che immunità ! Mi sa che il "motore Italia" ha bisogno di andare da un altro "maccanico" !

mercoledì, aprile 09, 2003

È finita ?


Sono bastate poche settimane e un migliaio di morti civili accertati, per non parlar degli altri.


"Caino, dov'è tuo fratello ?"



... si moricchia !!! [Antonio De Curtis, in arte Totò]

martedì, aprile 08, 2003

Senza parole


Martedí 8 Aprile 2003, 9:21

Governo-- Taormina: "Devo rientrare, mi e' stato promesso"

via (Rre-Ada/Gs/Adnkronos)
GARANZIA OFFERTA AL MASSIMO LIVELLO E ALLA PRESENZA DI TESTIMONI Roma, 8 apr. (Adnkronos)- ''Quando andai via dal governo, ormai un anno e mezzo fa mi fu promesso di essere restituito a questa funzione''. Lo afferma a ''La Repubblica'' l'avvocato Carlo Taormina, ex sottosegretario all'Interno. ''Garanzia offerta -aggiunge Taormina- al massimo livello e alla presenza di piu' testimoni''.


non ho parole -- trad. "muto rimasi"

venerdì, aprile 04, 2003

Cheppalle !!!


Non ne posso più dell'equazione:

pacifista = antiamericano

Mi sento pacifista, ma non antiamericano, (cosí come non sono anti-italiano, anti-francese, anti-marocchino, anti-israeliano, ecc., ecc.), e se qualcuno osa ancora metterlo in dubbio ... mi consenta :-)) per me, può anche andare a cagare !

giovedì, aprile 03, 2003

I'm a dreamer, too



Nothing to kill or die for,
No religion too,

...

You may say I’m a dreamer,
but I’m not the only one,

...




Vorrei riuscire a trasmettere questa coscienza alle generazioni future, prima che il genere umano venga distrutto dalla stupidità dei prepotenti.
Se non ci sarò riuscito, morirò come John Lennon.

martedì, aprile 01, 2003

Rispetto



"Riflettete sul fatto che in voi c'è qualcosa della natura divina; e che questo rende tutti degni del più grande rispetto, credenti e non".

[George Fox]


Non ci dividano le differenze di cultura o religione.

lunedì, marzo 31, 2003

Sogno di un'Utopia


...
Sogno di un mondo di Pace,
dove il sangue non scorre mai,
dove si fanno la guerre
alla fatica e alla malattia,
dove si sogna ogni volta
che si va a letto a dormire,
dove dispiace davvero
quando un giorno si deve
morire.

martedì, marzo 25, 2003

Progresso


da: In contatto con Baghdad:

Una ragazza irachena ha regalato ad un fotografo americano il disegno di un progetto
di un parco pubblico per i bambini. La facoltà di architettura che lei frequentava è distrutta, il suo futuro è rimasto tra quelle macerie. Il progetto del parco pubblico era una prova d'esame che avrebbe dovuto sostenere il prossimo 28 marzo.
Ha preferito regalarlo a qualcuno venuto da lontano, con la speranza, come ha detto, che il lavoro non finisca calpestato dai soldati invasori. Il presente di questa ragazza è stanotte: in fuga su di una Opel del 1971 con la sua famiglia verso un campo profughi ai confini della Giordania.

questo è il contributo della guerra al progresso dei popoli ...

lunedì, marzo 24, 2003

Quinto Comandamento


Ho inserito questo "Iraq Body Count", in fondo a destra: per dare un'idea di quanto stiamo contravvenendo al Quinto Comandamento, come responsabilità collettiva, ovvio ...

Immagini ...


Tutti (?) mettono immagini relative alla guerra. E allora, non posso essere da meno (?). Ecco




Si soffre già abbastanza per le malattie, i terremoti, le altre disgrazie "naturali": ci serve davvero anche la guerra?
Certo, come discendenti delle scimmie forse non sappiamo fare di meglio ...

(?) = autoironia -- mi faccio schifo

Sabbia


Distese enormi di sabbia. Pastori. Nomadi. Tribù diverse di popoli ricchi di tradizioni e poverissimi di mezzi, prima costretti a convivere in uno "stato", poi soggetti a minacce e tirannie, infine martoriati dalle guerre e conquistati da un esercito schiavo della tecnologia e interessato ai tesori nascosti sotto la sabbia.

Ancora sabbia, che si leva dietro alle colonne militari, con o senza vento del deserto. Sabbia che si posa dopo aver visto millenni di vita dura e giorni disumani.

Per tutte le vittime, un urlo silenzioso: la sabbia non dimentica.

venerdì, marzo 21, 2003

Parole al vento


"Le nostre parole, anche se non saranno udite, almeno sono state pronunciate" (Paulo Coelho)

giovedì, marzo 20, 2003

Lutto


gm.gif

Ecco i primi morti ufficiali

(ASCA-Afp) - Baghdad, 20 mar - E' di un morto e di ''diversi feriti'' il primo bilancio ufficiale delle vittime civili degli attacchi americani di questa notte sulla capitale irachena. Lo ha detto il ministro dell'informazione del regime iracheno Mohammed Said al-Sahaf.

martedì, marzo 18, 2003

Poesia


Ho dipinto la pace


di Tali Sorek, ragazzina di tredici anni, di Beersheba, Israele.
Vittima innocente di una guerra che non le apparteneva


Avevo una scatola di colori
brillanti,decisi, vivi.
Avevo una scatola di colori,
alcuni caldi, altri molto freddi.
Non avevo il rosso
per il sangue dei feriti.
Non avevo il nero
per il pianto degli orfani.
Non avevo il bianco
per le mani e il volto dei morti.
Non avevo il giallo
per la sabbia ardente,
ma avevo l'arancio per la gioia della vita,
e il verde per i germogli e i nidi,
e il celeste dei chiari cieli splendenti,
e il rosa per i sogni e il riposo.
Mi sono seduta e ho dipinto la pace.


... forse i bambini ci salveranno ...







 

venerdì, marzo 14, 2003

Numeri


Ho trovato un articolo interessante che elenca i "numeri" correlati alle azioni pre-belliche negli stati uniti; in particolare, vorrei segnalare :


2: The number of patriotic Congressmen who, according to a front-page story in today's Times (!), had the word "French" removed from all menus inside the House of Representatives. Our hard-working lawmakers now can order "Freedom Toast" and "Freedom Fries," thanks to the bold actions of Bob Ney (R-Ohio) and Walter Jones (R-N. Carolina). Interestingly, the Boston Globe ran a story entitled, "In a tight House schedule, war rarely takes the floor." Said Congressman John Tierney (D-Massachusetts), "We're the only democracy in the world that's not debating the Iraq situation." The French embassy's response to the menu amendments: "I wonder if it's worth a comment. Honestly. We are working these days on very, very serious issues of war and peace, life or death. We are not working on potatoes."



no comment !
czap

martedì, marzo 11, 2003

Legge di Katz


Uomini e nazioni agiranno razionalmente solo dopo aver esaurito ogni altra possibilita'.

(da: La Legge di Murphy di Arthur Bloch)

domenica, marzo 09, 2003

venerdì, marzo 07, 2003

No permission needed


"when it comes to our security, we really don't need anybody's permission." (G.W.Bush)

Dunque, facciamo il punto:

  • non produco, vendo, traffico in armi
  • non ho niente da nascondere agli elettori
  • non difendo le lobbies del petrolio
  • non devo imporre la mia supremazia economica (e non mi dà fastidio, per esempio, che l'Euro € sia più forte del Dollaro $)

e quindi per la mia sicurezza non ho bisogno del permesso di nessuno (tantomeno del sig. G.W.Bush) per dichiarare che sono contrario a questa guerra (e a tutte le altre, visto che le cause vere che sostengono una guerra sono del tipo che ho elencato sopra ...)

giovedì, marzo 06, 2003

LA GUERRA, MADRE DI TUTTE LE POVERTÀ


Invito chi si trovasse a passare da queste parti a leggere
l'articolo
della Comunità di Sant'Egidio e magari lasciare qui un commento.

Eleganza


Nel mio post precedente ho messo una parola che ha suscitato una critica(?) di "non eleganza" da parte di un altro bloggatore (per fortuna a me ampiamente sconosciuto); la parola in questione, per chi non l'avesse capito, è "stronzetti".

Ma davvero pensate che, sommersi come siamo da immondizie di ogni tipo (basta per esempio guardare la pubblicità: tette, culi, cucchiai al posto delle braccia, etc.), sommersi da nefandezze politiche che neanche Machiavelli riuscì a immaginare, quella parolina sia "non elegante"?
Se è cosí da oggi mi dichiaro inelegante: i lettori di questo blog si ritengano avvertiti ...

Guerra e Guerre


tanto per essere chiari e completi: finche' ci saranno ARMI, finche' ci sara' chi le produce e le vende (talvolta c'e' anche chi le regala ...), finche' non sara' estirpata la logica dell'odio ("vi ammazzo tutti perche' uno di voi ha ammazzato uno di noi"), ci sara' SEMPRE una guerra in qualche parte piu' o meno vicina, grande, amata, conosciuta di questo nostro povero mondo !

Non ho mai detto, meno che mai in questo misero blog, che sono contrario solo a questa guerra: mio nonno ha vissuto 2 guerre (ed ha salvato vite umane nella prima), mio padre ha fatto 5 anni di guerra nella seconda, è tornato a piedi da Marsiglia a Roma, ha aiutato la 5.a Armata USA a completare la liberazione dell'Italia dal fascismo e dal l'occupazione nazista, con un sogno nel cuore -- costruire un futuro in cui non ci fossero guerre per i suoi figli e nipoti; fino ad ora, io sono stato molto più fortunato di loro, perché non ho ancora toccato con mano la realtà della guerra, e speravo altrettanto per i miei 3 figli:ma lo spero ancora, a dispetto di tutti gli stronzetti che danno dell'anti-americano a quelli come me, o che contano i bit pro e contro questa o quella parte in guerra.
Spero di non dover più tornare sull'argomento.

mercoledì, marzo 05, 2003

Digiuno


Oggi digiuno per la pace. Qualcuno pensa che non serve a niente, io sono convinto che quando milioni di persone hanno gli stessi ideali e obiettivi, e sono onesti con sé stessi, fanno grandi cose: come minimo un Olocausto, se sono più fortunati una Rivoluzione ...

martedì, febbraio 25, 2003

Chi rischia


Se è vero che l'Iraq possiede armi (biologiche ?) per lo sterminio di massa, pensate che non le userà in caso di guerra ? E quali saranno i bersagli preferiti (cioè facilmente raggiungibili) ? Probailmente la Turchia, la Grecia, l'Italia meridionale, in ogni caso il Mediterraneo. Ora capisco perché negli Stati Uniti qualcuno non si preoccupa per le conseguenze: perché lui non ne avrà !!!

venerdì, febbraio 14, 2003

martedì, febbraio 11, 2003

Rifiutare la vita


Cito Giovanni Papini:

"C’è un di troppo di qua e un di troppo di là che si premono. La guerra rimette in pari le partite. Fa il vuoto perché si respiri meglio. Lascia meno bocche intorno alla stessa tavola. E leva di torno un’infinità di uomini che vivevano perché erano nati; che mangiavano per vivere, che lavoravano per mangiare e maledicevano il lavoro senza il coraggio di rifiutare la vita."

Io sono orgoglioso di "vivere perché sono nato" !

giovedì, febbraio 06, 2003

Carne da cannone ...


A proposito di alpini in Afghanistan, conquista di Baghdad, ecc.: non ricordo in quale reggimento è arruolato Piersilvio B.

L'EROE AR CAFFÈ
È stato ar fronte, sì, ma cór pensiero,
però te dà le spiegazzioni esatte
de le battaje che nun ha mai fatte,
come ce fusse stato per davero.
Avressi da vedé come combatte
ne le trincee d'Aragno! Che gueriero!
Tre sere fa , pe' prenne er Montenero,
ha rovesciato er cuccomo del latte!
Cór su' sistema de combattimento
trova ch'è tutto facile: va a Pola,
entra a Trieste e te bombarda Trento.
Spiana li monti, sfonna, spara, ammazza...
-- Per me -- barbotta -- c'è 'na strada sola...
E intigne li biscotti ne la tazza.


(Trilussa -- dicembre 1916)

giovedì, gennaio 30, 2003

I giorni della merla


Secondo la tradizione, questi sono i giorni della merla.
Infatti piove, quasi nevica, e soprattutto fa molto freddo.

Del resto, a parte il tempo, non è che le altre cose vadano molto meglio: siamo sull'orlo di una guerra che nessuno vuole ma che nessuno sa evitare, abbiamo al governo la banda dei quattro, che si fanno le leggi a modo loro e pretendono ossequio e obbedienza perfino dai giudici ...

La situazione economica è quella che è, e non accenna a stabilizzarsi ...

Insomma, siamo nella merla fino al collo... non fate l'onda !

Samarcanda


Due spunti, ma convergenti ...

Ad-hoc


Nel mio lavoro, quando si adottano soluzioni ad-hoc, cioè architettate apposta per risolvere una difficoltà, si tratta sempre di soluzioni sporche, insomma porcherie che alla lunga creano molti più probelmi di quelli che apparentemente pretendono di risolvere.

Mi sembra che questo "governo" sia fortemente orientato alle "soluzioni ad-hoc" (politica economica, condoni, politica estera, rapporti con la magistratura, ecc. ...).

L'Appuntamento


Ascoltavo stamattina alla radio quel genio di Roberto Vecchioni che cantava la sua "Samarcanda".
Per essere molto espliciti, è la parabola di un soldato che, tentando di sfuggire alla Morte, infine riesce a trovarsi al fatidico "Appuntamento" proprio dove e quando la Morte lo aspettava: un inno alla Fatalità, o al Fatalismo, o più realisticamente al comune destino di tutti gli esseri umani, anzi, di tutti gli esseri viventi ...

Conclusione


... a cui nessuno può sfuggire, neanche con soluzioni ad-hoc (provate a chiedere a Gianni Agnelli).
Quindi, a chi serve l'immunità parlamentare (o sarebbe meglio dire governativa) ???

mercoledì, gennaio 29, 2003

Oggi solo un link


Oggi non mi sento di scrivere, però ho letto su Leonardo un post che mi è piaciuto molto.

QUI

A presto.

venerdì, gennaio 24, 2003

Io non mi sento italiano ...


Onore al merito di chi ha pubblicato (postume) queste belle canzoni del compianto G.G.



G.W.Bush ci ha arruolati nel suo esercito.

"Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono."










giovedì, gennaio 23, 2003

Giustizia somaria / 2



l ddl del ministro della Giustizia Castelli
(vedi pregevole foto nell'altro articolo)
contiene alcune clamorose sorprese:

Solo multe per chi inquina
dal codice sparisce il carcere.


I reati contro l'ambiente non saranno più penali

... (omissis) ...

Mare. Nei casi di versamento in mare di idrocarburi o altre sostanze pericolose oggi si rischia l'arresto fino a sei mesi, domani i responsabili se la potranno cavare pagando un massimo di 9 mila euro.

Ma cosí non aumenterà il prezzo della benzina ? ;-)

Giustizia somaria



Leggo oggi su Repubblica che il Min. Castelli (vedi foto) ha mandato i suoi ispettori per fare finalmente giustizia del PM che ha incriminato Bossi: ho il legittimo sospetto che sia iniziata l'era della giustizia somaria...

Pare che il capo degli ispettori si chiami Arcibaldo Miller ... :-))


La notizia completa QUI











Cartoline preventive





"Vogliamo un mondo basato sulla giustizia e sulla solidarietà. Ripudiamo la violenza, il terrorismo e la guerra come strumenti per risolvere le contese tra gli uomini, i popoli e gli stati. Chiediamo che l'Italia, di fronte alla minaccia di un attacco militare contro l'Iraq, non partecipi ad alcun atto di guerra, nel rispetto della Costituzione. Non vogliamo essere corresponsabili di nuovi lutti, né vogliamo alimentare la spirale del terrore. Basta guerre, basta morti, basta vittime. "
Gino Strada (Emergency), 14 settembre 2002


per mandare una cartolina preventiva:
www.skipintro.org/united/ecards/

martedì, gennaio 21, 2003

Il tempo scaduto


"Di quanto tempo abbiamo bisogno per vedere che, chiaramente, Saddam non disarma?" [G.W.Bush]


"Di quanto tempo abbiamo bisogno per capire che la pace è più importante di qualsiasi guerra ?" [io]

venerdì, gennaio 17, 2003

Trilussa non conosceva Berlusconi


... ma c'ha preso lo stesso !

Conterò poco, è vero,
diceva l'Uno ar Zero.
Ma tu che vali? Gnente: proprio gnente.
Sia nell'azzione come ner pensiero
rimani un coso voto e inconcrudente.
Io, invece, se me metto a capofila
de cinque zeri tale e quale a te,
lo sai quanto divento? Centomila.
E' questione de nummeri. A un dipresso
è quello che succede ar dittatore
che cresce de potenza e de valore
più so' li zeri che je vanno appresso.


[Trilussa]

In questo mondo di ...


Due notizie che fanno pensare: che mondo abbiamo costruito (... o distrutto ?).
CZ

Usa,malasanita',chirurghi distratti


(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - I chirurghi americani dimenticano 1.500 oggetti l'anno nei pazienti che operano: lo rivela una ricerca pubblicata dal New England Journal of Medicine. Gli oggetti dimenticati, in genere, sono bisturi, tamponi, pinze, garze e altri strumenti chirurgici. Intanto il presidente Bush ha deciso di chiedere al Congresso di limitare il diritto di ricorso dei pazienti contro episodi di malasanita' e quindi la possibilita' di ottenere indennizzi.

Usa, charter nudista Miami-Cancun


(ANSA) -WASHINGTON,16 GEN- I piloti e gli assistenti di volo saranno gli unici a restare vestiti,ma tutti gli altri del volo charter Miami-Cancun del 3 maggio potranno denudarsi. Ovviamente dopo che sara' stato spento il segnale che obbliga a tenere le cinture allacciate. A tutti sara' distribuito un asciugamano, per proteggere la stoffa dei sedili. L'idea del charter per nudisti e' di un'agenzia texana, la Castaways Travel, che ha gia' venduto circa la meta' dei 170 posti disponibili.

mercoledì, gennaio 15, 2003

Innocenti e colpevoli

"La colpa non è di chi ha scoperto i reati ma di chi li ha commessi" (Antonio Di Pietro): non c'è altro da aggiungere, o forse sí, le parole pronunciate da Miguel de Unamuno, rettore dell'Università di Salamanca, all'atto dell'irruzione delle squadracce franchiste che lo avrebbero arrestato nel tentativo di farlo tacere per sempre: "Vincerete, perché avete abbastanza forza bruta, ma non convincerete, perché per convincere dovreste persuadere e per persuadere dovreste avere la ragione e il diritto dalla vostra".
E adesso fate ciò che volete con Tangentopoli !

Vite scadute

"Non c'è una scadenza, ma il tempo sta scadendo" ha detto il portavoce della Casa Bianca Ari Fleischer.

Se continua cosí, fra poco sarà di nuovo tempo di bombe intelligenti, di civili colpiti per un tragico errore, di imboscate e inseguimenti, di giornalisti invadenti, di alleati consenzienti, ecc. ecc.

Bello, vero ? Non aspettavamo altro !

martedì, gennaio 14, 2003

Le mani lunghe


Da quello che capisco, leggendo le notizie di economia sui giornali (es.: la Repubblica, il Sole24Ore), un certo "Silvio" sta tentando di allungare le mani anche sulla Fiat (e sui gruppi finanziari controllati). Ma di certo NON si creerà nessuno nuovo "conflitto di interessi", anche se ho il "legittimo sospetto" che quel tale abbia intenzione di diventare il padrone e signore dell'Italia, anche grazie a quelli che lo sostengono ...

venerdì, gennaio 10, 2003

martedì, gennaio 07, 2003

Speculazioni


Due osservazioni (spero conclusive) su quanto dichiarato da Clonaid:

""

Once we can clone exact replicas of ourselves, the next step will be to transfer our memory and personality into our newly cloned brains, which will allow us to truly live forever. Since we will be able to remember all our past, we will be able to accumulate knowledge ad infinitum.

""



  1. Se continuiamo a riprodurci alla solita maniera e in più a clonarci, ben presto diventeremo davvero troppi sulla Terra !
  2. E' dimostrabile scientificamente che il cervello di un singolo individuo non è in grado di accumulare conoscenza all'infinito !

Quindi basta con la pretesa onestà di queste posizioni: sono del tutto analoghe ai dentisti, che non si occupano della ricerca contro la carie ...

È l'ennesimo tentativo di far soldi sulla salute o sulla vita umana ...

sabato, gennaio 04, 2003

Raeliana


La follia è arrivata allo stato puro. Non bastano gli orfani delle guerre e degli altri accidenti della vita, non abbiamo abbastanza bambini infelici e che potrebbero essere resi un po' meno infelici con un semplice gesto (es.: adozione) ? Dobbiamo creare mostri (della ragione, non necessariamente della biologia), clonando esseri umani che si prestano a questa pratica in nome del denaro o del fanatismo religioso ? Quale progresso scientifico sta dietro la clonazione (umana e animale) ? Qualcuno vuole procurarsi pezzi di ricambio senza il rischio della reazione di rigetto, per trapiantarsi un domani il cuore, i reni o il fegato dei suoi schiavi/cloni creati ad-hoc da una scienza/tecnologia asservita ai folli voleri di chi paga di più ? È questo il futuro che ci aspetta ? Allora dico forte il mio:

No, grazie.


venerdì, gennaio 03, 2003

Tartarino di Tarascona



no comment



Tartarino di Tarascona è il personaggio che, pur creato nella seconda metà dell’Ottocento da Alphonse Daudet, sembra meglio rispondere alla fisionomia dell’Italia e degli italiani nel terzo millennio.
Tartarino, lo ricordiamo, abitava a Tarascona e fantasticava imprese ardimentose, divorando libri di avventure in terre lontane e sconosciute e sperimentava le più sofisticate tattiche difensive contro invisibili, improbabili o, meglio, inesistenti nemici quando la sera si avventurava per le strade deserte del paese per andare da casa al circolo.
In realtà, Tartarino non era mai uscito da Tarascona e, quando era stato invitato da alcuni tarasconesi stabilitisi a Shangai ad accettare un posto di cassiere nel loro caffè, aveva a lungo tentennato e alla fine, ovviamente, rifiutato. Ma si era a tal punto documentato su quella lontana terra e ne aveva così tanto parlato con i suoi concittadini che, per loro come per lui, Shangai aveva finito per diventare il teatro di tante sue vere, memorabili avventure.


dal "Rapporto Italia 2002" -- Eurispes

giovedì, gennaio 02, 2003

The Limits of the Networks


bella storia: no comment

El-Ghar is a town of around 100,000 people, situated in the Nile basin about 50 miles from Cairo. Most of the inhabitants work on farms surrounding the town, with the burgeoning market providing an outlet for their produce. Despite the basic day-to-day life of its inhabitants, there are many poorer areas in Egypt, and certainly through, Africa. Among the 100,000 denizens of El-Ghar, there is precisely one telephone line.
This solitary telephone line is not a shared commodity, but the proud possession of one of the town's wealthiest people. The United Nations Development Programme has sponsored more than 80 access points to the Internet for poor people in Egypt and has provided Arabic-language content that is specifically useful for farmers and other rural poor. The program's volunteers came to El-Ghar, intending to show people the resources they could access, but at the last minute, the telephone line owner changed his mind about allowing them to use his precious status symbol. As a substitute, the volunteers downloaded some of the system's pages onto their laptop and used them to show the villagers what they could access if they went to the Internet center in the nearby city. One of the farmers later happily reported that he'd discovered improved fertilization methods on the system.

Sitting comfortably in the United States or other highly developed countries, calling colleagues on cell phones, picking up our email on mobile devices, and downloading music files on the Internet, it's easy to forget quite how starkly different life is for the majority of the world's population. Our lovely planet Earth is packed with well over six billion people. Of those, probably close to half have never made a telephone call, and less than one in ten has access to the Internet.

(Ross Dawson:
ROSS DAWSON is Founder and Chief Executive Officer of Advanced Human Technologies, an international consulting firm that helps leading organizations develop strategy and client relationships in the digital, connected economy. He is author of the bestseller "Developing Knowledge-Based Client Relationships: The Future of Professional Services" and more than 50 articles on international business. Dawson is in demand worldwide for his innovative work as a keynote speaker, workshop presenter, and strategy facilitator. His global media appearances include CNN, Bloomberg TV, SkyNews, European Business Network, and Channel News Asia.
Prior to founding Advanced Human Technologies in 1996, Dawson worked in a variety of senior positions in London, Tokyo, and Sydney, most recently as Global Director, Capital Markets, at Thomson Financial. He speaks five languages.
Ross can be contacted at rossd@ahtgroup.com.)

Addio Signor G. !


E' difficile vivere con gli assassini dentro forse è più facile vivere con gli assassini fuori, visibili riconoscibili, che ti sparano addosso dalle strade, dalle cattedrali, dalle finestre delle caserme, dai palazzi reali, dai balconi col tricolore. Assassini che in qualche modo puoi combattere, li vedi sai cosa fanno e qualche volta si possono anche ammazzare. Assassini vecchi, superati, cialtroni che non sono mai riusciti a cambiare nessuno, cambiarlo dal di dentro.
Prevedibili e schematici anche nella cattiveria. Come le bestie bionde, come le bestie nere. Che ti possono togliere la libertà, mai le tue idee.
Come quegli ingenui e patetici esemplari che esistono ancora oggi …ma non contano, sono un diversivo, un fatto di folklore, una mazurca.
Ma l'assassino dentro è come un'iniezione. Non lo puoi fermare, non risparmia nessuno. Nessuno sfugge alla scadenza, è difficile vivere con gli assassini dentro. Appena ce li hai iniettati ti si rivoltano contro…
(G.Gaber)