giovedì, gennaio 02, 2003

Addio Signor G. !


E' difficile vivere con gli assassini dentro forse è più facile vivere con gli assassini fuori, visibili riconoscibili, che ti sparano addosso dalle strade, dalle cattedrali, dalle finestre delle caserme, dai palazzi reali, dai balconi col tricolore. Assassini che in qualche modo puoi combattere, li vedi sai cosa fanno e qualche volta si possono anche ammazzare. Assassini vecchi, superati, cialtroni che non sono mai riusciti a cambiare nessuno, cambiarlo dal di dentro.
Prevedibili e schematici anche nella cattiveria. Come le bestie bionde, come le bestie nere. Che ti possono togliere la libertà, mai le tue idee.
Come quegli ingenui e patetici esemplari che esistono ancora oggi …ma non contano, sono un diversivo, un fatto di folklore, una mazurca.
Ma l'assassino dentro è come un'iniezione. Non lo puoi fermare, non risparmia nessuno. Nessuno sfugge alla scadenza, è difficile vivere con gli assassini dentro. Appena ce li hai iniettati ti si rivoltano contro…
(G.Gaber)

Nessun commento: