venerdì, luglio 20, 2018

fatti non fummo

Fatti non fummo a viver come cani.

Un cane, quando incontra un altro cane che ritiene "diverso", comincia ad abbaiare, a ringhiare e, se non ci fosse un guinzaglio e un padrone che lo trascina via, aggredirebbe il cane "diverso".

Gli esseri umani, a quanto dice anche il Poeta, invece sono fatti "per seguir Virtute e Conoscenza". Virtute è tutto ciò che rende virtuosi, la giustizia, l'umanità, la compassione. Conoscenza si attiene cominciando a stare alla larga dalle passioni aggressive e coltivando quel bene prezioso che è l'intelligenza.

Sembra invece che in questi tempi ci sia qualcuno che spinge gli esseri umani lontano da questa Virtute, da questa Conoscenza. Ognuno chiuso dentro sé stesso a difendere i confini della propria pelle, a difenderne i colori, come se fosse una maglietta della squadra per cui si fa il tifo. E per quanto riguarda la Conoscenza, mi pare che non sia quasi più un valore: meglio restare alla superficie delle cose, meglio non sapere presumendo di sapere già tutto.

Cambierà? Torneremo, globalmente parlando a "seguir Virtute e Conoscenza", oppure continueremo sempre più a viver come cani?

Nel frattempo, chi sente di essere diverso, cerchi di restare umano.


domenica, giugno 03, 2018

lo Stato siamo noi

Ho sentito dire che una "alta carica dello Stato" avrebbe affermato: "adesso lo Stato siamo noi".

Vorrei ricordare a lui e a tutti gli italiani (anche a quelli che lo hanno votato, consentendogli una siffatta espressione di boria) che lo Stato italiano siamo noi, io e tutti i cittadini italiani, nessuno escluso, e che i membri del Governo e del Parlamento al massimo possono definirsi "servitori dello Stato".

Ah, infine: i tempi del Re Sole sono finiti da un pezzo, e pure piuttosto male.

giovedì, maggio 31, 2018

Ah, ah!

Dunque ci siamo. Ora voglio vedere in quanto tempo votano la fiducia, e con quanti voti.

A presto.

sabato, maggio 19, 2018

Botteghe poco oscure

Riapro bottega in occasione dell'imminente, annunciata, strombazzata formazione del Nuovo Governo per il Cambiamento formato dal M5S (di cui ricordiamo che uno dei fondatori è stato condannato in via definitiva per omicidio colposo) e dalla Lega (non più Nord, ma ancora comprendente uno dei fondatori che è stato condannato per truffa ai danni dello Stato).

Ho letto il molto pubblicizzato "Contratto" che dovrebbe essere il punto di partenza del nuovo Governo, e sono abbastanza preoccupato.

Per il Welfare: non è affatto vero, come dichiarato, che verrà abolita la Legge Fornero. Saranno modificati alcuni parametri del suo funzionamento. Aspetto di leggere il testo del provvedimento, se  e quando e come sarà votato dal Parlamento.

Per la Salute: a parte un accenno piuttosto confuso alla questione dei vaccini, niente mi sembra indicare una inversione di tendenza rispetto alla concezione privatistica-finanziaria attualmente vigente, che porta inevitabilmente alla restrizione delle prestazioni fornite.

Per la Scuola: si ribadisce l'attuale impostazione, a parte una generica condanna della "Buona Scuola", a quanto si capisce soprattutto per il settore edilizia scolastica.

Il famoso "Reddito di Cittadinanza" è il nuovo nome dato al Sussidio di Disoccupazione / ASPI / NASPI: infatti segue i medesimi canali, gli stessi presupposti e persino la durata.

Lasciando da parte le chiacchiere preventive, direi che l'unica opzione è aspettare i provvedimenti concreti che il nuovo Governo vorrà predisporre e soprattutto quelli che il Parlamento approverà, nei modi e nelle forme in cui li approverà.

Il prossimo passo è la presentazione dei nomi dei Ministri e Sottosegretari, a partire dal Primo Ministro.

Seguirà la votazione in aula per la fiducia.