venerdì, aprile 09, 2004

non siamo mica in guerra, vero ?

da: repubblica.it


16,23 - I 39 operatori della Croce Rossa Italiana a Bagdad stanno bene e sono tutti regolarmente al lavoro: lo assicura Roberto Baldassarelli, direttore dell'ospedale gestito dall'organizzazione di volontariato italiano nella capitale irachena.

16,20 - Il ministero degli Esteri sta "verificando" la notizia del rapimento di quattro italiani, secondo alcune fonti, di due, secondo altre, a Baghdad. Lo hanno detto fonti della Farnesina.

16,17 - Secondo i guerriglieri, i quattro italiani sarebbero stati catturati mentre viaggiavano a bordo di un fuoristrada con a bordo delle armi mentre gli americani sarebbero stati rapiti in un distinto episodio. Un giornalista della Reuters è stato accompagnato alla moschea del villaggio di al-Dhahab al-Abiyad, dove ha visto due ostaggi sorvegliati da una quarantina di combattenti armati di fucili e lanciagranate.

16,15 - Nessuno degli italiani appartenenti alle tre organizzazioni non governative che si trovano attualmente in Iraq - "Un ponte per", "Intersos", e "Ics" - sarebbe stato rapito a Bagdad. Lo ha detto il presidente di "Un ponte per", Fabio Alberti, che si trova nella capitale irachena. "Abbiamo sentito la notizia anche noi - ha spiegato Alberti - ma per ora non sappiamo nulla. L'unica cosa che possiamo dire è che noi ci siamo tutti".

16,10 - Secondo la Cnn sarebbero due gli ostaggi italiani, con altri due americani rapiti mentre sarebbe incerta la nazionalità delle altre due persone sequestrate dagli insorti.

15,44 - I ribelli iracheni annunciano il sequestro di altri sei stranieri. Secondo l'agenzia Reuters si tratta di quattro italiani e due americani. Un giornalista della Reuters ha visto due stranieri prigionieri (italiani a detta dei ribelli), in una moschea in un villaggio nel distretto di Abu Ghraib, alla periferia ovest di Bagdad. Uno dei due era ferito a una spalla, e entrambi stavano piangendo.

Nessun commento: