martedì, settembre 14, 2004

Esistono più cose ..

Ho in mente quella frase che dice: "Esistono più cose in cielo e in terra di quante la tua filosofia abbia mai sognato" (Amleto, Shakespeare) e la sua parafrasi di Woody Allen: "E quel che è peggio, la maggior parte delle cose di cui parla la vostra filosofia non stanno né in cielo né in terra".

Immodestamente, vorrei ulteriormente parafrasarla: "Esistono più cose in cielo e in terra di quante ci vengono proposte dal vostro (post-/neo-)capitalismo". Che cosa ci propone il capitalismo attuale ? Prodotti. Cose che si possono comprare. A me sembrano di gran lunga le meno importanti per la vita stessa del genere umano.

Quanti telefonini ci vengono proposti ogni giorno ? Quante automobili ? E per fortuna è tramontata l'epoca degli Swatch e degli orologi in genere .. Ma il diabolico richiamo ad ogni stupida futilità "quotidiana" non tramonta, anzi ogni giorno monta e assurge quasi a regola di vita: sembra che non debba più interessarci se in una famiglia si spendono cifre mai viste per i libri scolastici dei bambini, o anche soltanto per le loro calzature; l'importante è avere a disposizione le "offerte speciali", il trepperdue, o magari gli outlet in cui andare in massa a comprare a prezzi discutibili articoli di abbigliamento che durano sì e no una stagione.

E ovviamente non si parla più di vita sociale, del significato e del valore dell'amicizia, della pace, della coesistenza di culture diverse ma ugualmente degne di affiancarci in questo breve e controverso viaggio che chiamiamo vita. Tutta roba che non si vende e non si compra.

Nessun commento: