giovedì, luglio 09, 2009

Alla maniera dei De Rege

I sostenitori della nuova disciplina (prossimamente in discussione in Parlamento) sull'Obbligo di Rettifica applicato a tutti i Siti Internet (inclusi Blog e Social Networks), affermano che:

"Gli assennati non hanno niente da temere. Ne hanno i cretini, gli anonimi e i disinformati."


Mi viene in mente quel "tormentone" dei fratelli De Rege, qui ripreso magistralmente da Carlo Campanini e Valter Chiari...



Tanto per la precisione, sembra che il testo del comma 28, lettera "a" dell’articolo 1 del cosiddetto Decreto Alfano, reciti:

"Per i siti informatici le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono".


Questo, per il momento, è tutto.

Nessun commento: