sabato, ottobre 31, 2009

Chi non sbaglia mai

"Voglio dirle qualcosa: perché nessuno può permettersi di criticarla in questo paese? Non è ignoranza questa? Lei ritiene di non fare errori? L'hanno trasformata in una sorta di idolo irraggiungibile che nessuno può sfidare".

Sono le parole rivolte da un giovane coraggioso studente al Leader di un Paese in cui non c'è libertà di stampa (per non parlare delle altre libertà).

"Non crediate che per il fatto che io indichi il capo della televisione di Stato loro mi sottopongano tutti i programmi che trasmettono" è stata la risposta di quel Leader: secondo me, poco credibile, vista la realtà dei fatti.

No, non pensate male: quel Paese non è l'Italia, ma alcuni anni addietro era libero come l'Italia. Poi, improvvisamente (?) qualcosa è cambiato...

(Il dettaglio del fatto citato lo trovate qui su Repubblica.it )

Nessun commento: