venerdì, agosto 27, 2004

Mesopotamia

"Guardando il cielo stellato ho pensato che magari morirò anch'io in Mesopotamia, e che non me ne importa un baffo, tutto fa parte di un gigantesco divertente minestrone cosmico, e tanto vale affidarsi al vento, a questa brezza fresca da occidente e al tepore della Terra che mi riscalda il culo. L'indispensabile culo che, finora, mi ha sempre accompagnato".


[ENZO BALDONI]


(ripreso da Morire in Mesopotamia di Pino Scaccia)

Nessun commento: